“E udito che chi passava era Gesù il Nazareno, prese a gridare e a dire: Gesù, Figliuol di Davide, abbi pietà di me! E molti lo sgridavano perché tacesse; ma quello gridava più forte; Figliuol di Davide, abbi pietà di me” (Marco 10:46-52)

La storia di Bartimeo, uno dei ciechi di Gerico, è molto incoraggiante, essa ci dice che Gesù risponde a chi lo invoca e a chi lo prega. Quest’uomo aveva il problema della vista. Forse non era nato cieco ma lo era diventato, lo si evince dalla richiesta che egli fa a Gesù quando gli si trova davanti: “che io ricuperi la vista”. Perdere la vista in Israele non accadeva di rado e ciò a motivo delle condizioni igienico sanitarie, tuttavia ciò che si è perso, vediamo, può essere restituito da Una Sola Persona: Gesù il Signore della Gloria. L’umanità in generale non si rende conto che non a motivo di condizioni igieniche precarie ha perso la vista, ma a motivo del peccato ha perso un bene ancora più prezioso: la vita eterna, la possibilità di vivere in eterno con Dio nel cielo, dove non c’è più dolore, lacrime, arsura, malattia, sofferenza, morte. Questo bene lo puoi recuperare OGGI unicamente per Grazia, ricevendolo in dono mediante la fede in Gesù. Forse considerando quest’oggi queste parole ti rendi conto di non essere fisicamente cieco, ma pure in fondo al tuo cuore ti rendi conto di quanto sono fitte le tue tenebre; in te si sta accendendo la consapevolezza di aver perso questo bene prezioso, spirituale e che ti ha portato a vivere una vita “alla Bartimeo”: mendicante. L’uomo spiritualmente cieco, separato da Dio, quotidianamente mendica un po’ di felicità, pace, amore. Come Bartimeo puoi smettere di mendicare e d’essere cieco, separato da Dio e pieno di povertà interiore. La Bibbia ci dice cosa fare:

Cogli l’occasione che Dio ti Offre Bartimeo udì che Gesù stava passando per Gerico, proprio per la sua città. Dalla reazione che ebbe, mettersi subito a gridare, forse perché le sue orecchie avevano già sentito dei miracoli che Gesù aveva operato altrove e questo lo aveva portato a credere che Gesù era il Messia promesso, che poteva fare qualcosa per lui. Egli grida: “Gesù, Figliuol di Davide, abbi pietà di me”! Figliuol di Davide era titolo che i Giudei attribuivano al tanto atteso Messia. Era anche un titolo che stabiliva la Sua divinità … e Bartimeo non vuole in alcun modo lasciarsi sfuggire quell’occasione. Forse anche per te non è la prima volta che senti parlare di Gesù, qualcuno già ti avrà detto quello che Gesù è capace di fare. Oggi non lasciarti sfuggire quest’occasione che Dio stesso ti sta offrendo; Gesù dice: “chiunque viene a me io non lo caccerò fuori” (Giovanni 6:37). Bartimeo invocando Gesù non confida nei suoi meriti, ma si appella alla Pietà di Gesù. Bartimeo grida a motivo del suo intenso desiderio di essere sanato. Cogli l’occasione, non sarai deluso, Gesù risponderà al tuo grido. Perché mendicare quando Dio ti può dare la vera vita e la vita eterna per mezzo della fede in Gesù?

Non ti scoraggiare se c’è una folla che ti azzittisce Fu il problema che dovette fronteggiare Bartimeo mentre si rivolgeva con tutto il suo cuore a Gesù; problema che talvolta ancora oggi affronta l’uomo che si rivolge a Gesù. Una folla che vuole ostacolarti, scoraggiarti, azzittirti! Una folla nei nostri stessi pensieri: lascia stare ora vuoi metterti ad invocare Gesù; la folla dei dubbi. Forse degli amici o dei familiari ti diranno taci, smettila di invocare Gesù, smettila di pregare. Forse i religiosi ti diranno: non scomodare Dio per i tuoi problemi. Ma Bartimeo non si lascia azzittire da nessuno, anzi gridava più forte. Non so se attorno a te c’è una folla che ti sta azzittendo, ma prego che tu come Bartimeo possa gridare più forte! Passò pochissimo tempo e Gesù lo mandò a chiamare: “Sta di buon cuore! Alzati! Egli ti chiama” … la risposta sta arrivando!

Rispondi con semplicità e sincerità a Gesù Arrivato davanti a Gesù, “Gesù, rivoltosi a lui, gli disse: Che vuoi tu ch’io ti faccia? E il cieco gli rispose: Rabbuni, ch’io ricuperi la vista”. Quella di Bartimeo fu una risposta semplice e sincera, fu la sua preghiera e trovò risposta …! Recuperò quanto aveva perso. Anche oggi tu puoi recuperare in dono quello che il peccato ti ha tolto: la salvezza e la vita eterna. Questo è il bene di cui l’anima tua ha bisogno e Gesù è venuto sulla terra, è morto per te sulla croce ed è risorto dai morti per dartelo. Dio ti benedica!

Chiesa Cristiana Evangelica Aprilia - Nettuno
Assemblee di Dio in Italia | Copyright © 2015
Su
Seguici su:
webdesign: Giovanni De Salvo