“Chiunque, tra di voi, vorrà essere primo sarà servo di tutti” (Marco 10:44)

Quando un giornalista chiese ad un famoso direttore d’orchestra quale fosse uno degli orchestrali più difficili da ingaggiare, immediatamente disse: “Il secondo violino! Ci sono innumerevoli primi violinisti, ma pochi disposti ad essere secondo violino pronti a fare anche questa parte con entusiasmo e trasporto; ed è un problema perché senza di questi non si ottiene una giusta armonia”.
Molti preferirebbero essere sotto i riflettori, quando invece la vita ci richiede di occupare una posizione più defilata ma altrettanto importante; un ruolo di supporto piuttosto che primario, da gregario invece di protagonista. Ma la vittoria di tutti è determinata dal giusto ruolo svolto da ognuno, come lo sviluppo del corpo è il risultato del giusto apporto dato da ogni singola parte, sapendo che nessuno può fare a meno dell’altro. Questo è segno di armonia e maturità.
Non pensare che ciò che fai sia secondario o addirittura insignificante: la vera grandezza risiede nel compiere il proprio servizio con umiltà, quale espressione d’amore e di fedeltà verso Dio ed il tuo prossimo.

Chiesa Cristiana Evangelica Aprilia - Nettuno
Assemblee di Dio in Italia | Copyright © 2015
Su
Seguici su:
webdesign: Giovanni De Salvo