Organo importante della comunità locale è quello della scuola domenicale che, sebbene sia lontana nell’immaginario collettivo riguardo il culto al nostro Signore, svolge dietro le quinte un incessante e profonda attività tra i credenti ed i loro figli per la loro evangelizzazione e per la crescita nel carattere e nel servizio cristiano.

Perché lo facciamo?

“E ogni giorno, nel tempio e per le case, i discepoli non cessavano di insegnare e di portare il lieto messaggio che Gesù è il Cristo.”

(Atti 5:42)

Come i discepoli si impegnarono nell’insegnamento dell’Evangelo seguendo l’esempio e il comandamento di Cristo, loro maestro, anche noi avendo il medesimo maestro vogliamo camminare per lo stesso sentiero. Amiamo Dio con tutto il nostro cuore, e la scuola domenicale non è altro che la nostra risposta pratica ai comandamenti biblici riguardanti l’insegnamento della Parola di Dio tra il popolo d’Israele ed in particolare tra i fanciulli.

“Ascolta, Israele: Il Signore, il nostro Dio, è l’unico Signore. Tu amerai dunque il Signore, il tuo Dio, con tutto il cuore, con tutta l’anima tua e con tutte le tue forze. Questi comandamenti, che oggi ti do, ti staranno nel cuore; li inculcherai ai tuoi figli, ne parlerai quando te ne starai seduto in casa tua, quando sarai per via, quando ti coricherai e quando ti alzerai. Te li legherai alla mano come un segno, te li metterai sulla fronte in mezzo agli occhi e li scriverai sugli stipiti della tua casa e sulle porte della tua città.”

(Deuteronomio 6:4-9)

Perchè è così importante?

La Parola di Dio stessa ci convince dell’utilità di un sano e rigoroso insegnamento delle sue verità:
– E’ fondamentale conoscere Dio per avere vita eterna, e Dio si è rivelato per mezzo della sua scrittura:

Questa è la vita eterna: che conoscano te, il solo vero Dio, e colui che tu hai mandato, Gesù Cristo.”

(Giovanni 17:3)

E’ necessario che i credenti possano essere uniti tra loro in uno stesso santo vincolo vivendo una vita coerente con gli insegnamenti della Scrittura:

“Soltanto comportatevi in modo degno del Vangelo di Cristo, affinché, sia che io venga a vedervi sia che io resti lontano, senta dire di voi che state fermi in uno stesso spirito, combattendo insieme con un medesimo animo per la fede del Vangelo.”

(Filippesi 1:27)

Ma si vedono frutti concreti?

“Come la pioggia e la neve scendono dal cielo e non vi tornano senza aver annaffiato la terra, senza averla fecondata e fatta germogliare, affinché dia seme al seminatore e pane da mangiare, così è della mia parola, uscita dalla mia bocca: essa non torna a me a vuoto, senza aver compiuto ciò che io voglio e condotto a buon fine ciò per cui l’ho mandata.”

(Isaia 55:10-11)

Vogliamo ringraziare il nostro Signore perché i frutti si vedono, e sono davvero concreti. Infatti crediamo fermamente in questo versetto citato, la Parola di Dio non torna mai indietro senza aver prodotto del frutto alla gloria del nostro Signore. Il segreto sta proprio in questo versetto, il Signore dice che la “sua parola” non torna a Lui a vuoto, perciò fintanto che quest’opera si concentrerà nello studio della “Sua parola” pura da interpretazioni sterili e personali, noi raccoglieremo frutti in abbondanza. Io stesso che scrivo non sono ne il pastore della comunità, ne uno degli insegnanti della Scuola Domenicale, ma sono un semplice studente che ama quest’opera perché ha portato del frutto nella mia vita. Semplici lezioni si sono trasformate in riunioni di preghiera in un’atmosfera di intima comunione spirituale tra tutti i partecipanti, perché la “sua parola” aveva toccato i nostri cuori e la presenza dello Spirito Santo in mezzo a noi ci aveva portati di comune accordo a chinare i nostri capi per volgere lo sguardo a Cristo. Queste sono esperienze che cambiano la vita di quanti sono presenti, non solo a livello personale, ma anche a livello comunitario. Infatti grazie a tali esperienze con il Signore, al di la dei ruoli che ognuno di noi occupa, siamo sempre più uniti nello stesso vincolo spirituale. A Dio sia la gloria!

Chi sono i nostri insegnanti?

“Io ti rendo lode, o Padre, Signore del cielo e della terra, perché hai nascosto queste cose ai sapienti e agli intelligenti, e le hai rivelate ai piccoli. Si, Padre, perché così ti è piaciuto.”

(Matteo 11:25).

Ci teniamo a precisare che i nostri insegnanti non sono altro che semplici fedeli, frutto anch’essi dell’opera della scuola domenicale in tempi passati. Siamo convinti che requisito primario per insegnare in questa opera non è una formazione accademica in indirizzi pedagogici, ma è piuttosto di fondamentale importanza una profonda esperienza con Cristo Gesù. Infatti come è sopra citato la conoscenza della parola di Dio non è, secondo la Scrittura, frutto di una semplice attività intellettuale, ma rivelazione di Dio alla sua creatura.

Un umile invito

Se anche tu vuoi godere delle benedizioni divine con noi, se vuoi toccare con mano il frutto di quest’opera spirituale, vieni a trovarci! Le nostre lezioni non sono segrete, chiunque può partecipare, saremo più che lieti di incontrarti e di regalarti una copia della Scrittura.

“Infatti non ci vergogniamo del Vangelo di Cristo; perché esso è potenza di Dio per la salvezza di chiunque crede.”

(Romani 1:16)

Ci incontriamo da Ottobre a Maggio, ogni sabato alle ore 18:00, presso il nostro locale di culto di Aprilia. Ti aspettiamo, non mancare! Dio ti benedica!