“Guai a chi dice al legno: Svegliati! E alla pietra muta: Alzati! Può questa istruire? Ecco, è ricoperta d’oro e d’argento, ma non c’è in lei nessuno spirito” (Habacuc 2:19)

È chiaro: guai agli idolatri! La disgrazia è su chi invoca l’aiuto di immagini scolpite nel legno e nella pietra o lavorate con oro e argento. In questa “presunta attitudine spirituale” è chiara la violazione della Legge di Dio: “Non avere altri dii nel mio cospetto. Non ti fare scultura alcuna né immagine alcuna delle cose che sono lassù nei cieli o quaggiù sulla terra o nelle acque sotto la terra; non ti prostrare dinanzi a tali cose e non servir loro, perché io, l’Eterno, l’Iddio tuo, sono un Dio geloso che punisco l’iniquità dei padri sui figliuoli fino alla terza e alla quarta generazione di quelli che mi odiano, …” (Esodo 20:3-5). Questa trasgressione è peccato (I Giovanni 3:4). Ci si chiede: ma non si è anche un po’ ridicoli nell’invocare ciò che è materia inanimata? La risposta è nel versetto del profeta Habacuc: non c’è in lei nessuno spirito, non serve a nulla! Verità che ribadisce anche il profeta Isaia: “Chi fabbrica un dio o fonde un’immagine che non gli serve a nulla?” Il legno che usa “… serve per fare fuoco, ed egli ne prende per riscaldarsi, ne accende anche il forno per cuocere il pane; e ne fa pure un dio e lo adora, ne scolpisce un’immagine, davanti alla quale si inginocchia” (Isaia 44:10,15). Colpa ancora maggiore è di chi sospinge a pratiche del genere. Perché non adorare Dio che è spirito? Dio Padre, che cerca tali adoratori (Giovanni 4:23). L’immagine di questo Dio Onnipotente alla ricerca di veri adoratori, trasmette anche un altro messaggio, un messaggio di dolore nel vedere la Sua creatura che stoltamente si rivolge a degli oggetti costruiti da mano d’uomo, per ricevere una grazia, un istruzione e non a Lui; Egli non è un pezzo di legno, ma è il Dio vivente è vero, invocalo e Lui ti risponderà; Gesù ha detto: “Ogni cosa m’è stata data in mano dal Padre mio; … Venite a me, voi tutti che siete travagliati ed aggravati, e io vi darò riposo.” (Matteo 11:27,28) Dio ti benedica!

Chiesa Cristiana Evangelica Aprilia - Nettuno
Assemblee di Dio in Italia | Copyright © 2015
Su
Seguici su:
webdesign: Giovanni De Salvo