“E io molto volentieri spenderò e sacrificherò me stesso per voi” (II Corinzi 12:15)

L’esempio di abnegazione dell’apostolo Paolo è notevole e di grande stimolo per i credenti di ogni epoca. Egli dice di essere disposto, con grande disponibilità e completa rinuncia a se stesso, a spendersi in favore dei suoi fratelli, e quindi dell’Opera di Dio.
“Essere spesi”, cioè non salvaguardare i propri interessi o i propri privilegi, ma anteporre quelli dell’Opera di Dio. Gesù infatti ci insegna che la nostra vita cristiana va investita nel servizio e non vissuta al risparmio, all’ombra del nostro egoismo. Egli ci è d’esempio in questo! Infatti la Sua vita sulla terra la spese in favore degli altri (cfr. Marco 10:45). Sempre disposto a fare del bene, sempre disponibile e sensibile verso le necessità altrui. Nella preghiera sacerdotale, dopo aver detto di aver compiuto l’Opera che il Padre gli aveva affidato, prega per i Suoi discepoli affinché siano preservati dal maligno. Se consideriamo che l’ora della croce era prossima, comprendiamo che Gesù si stava spendendo fino alla fine. Addirittura sulla croce, oltre a donare la Sua vita “come prezzo di riscatto per molti”, si preoccupava di Sua madre affidandola al “discepolo che Egli amava”. Davanti al sincero pentimento e ravvedimento del ladrone penitente, Gesù ha per lui, parole rassicuranti.
Riflettendo sulla parola “spendere”, possiamo far un’ulteriore considerazione. Di solito sono le banconote che vengono spese. Queste banconote non debbono essere false, altrimenti non sono adatte per essere spese. Così il credente per essere speso non deve essere un’imitazione, ma veramente consacrato a Dio ogni giorno. Oltre a ciò, le banconote non hanno valore in se, ma il corrispettivo del loro valore è stato versato in banca in lingotti d’oro. Allo stesso modo, il credente non ha valore in se, ma la preziosità è data dall’Opera di Grazia di Cristo Gesù e dalla dimora dello Spirito Santo. Se quindi, possiamo essere spesi, lo dobbiamo a Colui che rende preziosa la nostra vita.
Riflettiamo su queste cose e disponiamoci dinanzi al Signore, affinché possiamo con un’attitudine di umiltà e completo abbandono a Lui, servirLo fino alla fine ed essere spesi per il Regno di Dio.
Il Signore ti benendica!

Chiesa Cristiana Evangelica Aprilia - Nettuno
Assemblee di Dio in Italia | Copyright © 2015
Su
Seguici su:
webdesign: Giovanni De Salvo