PrigioneNonostante come credenti di fede evangelica non siamo contro la pena, crediamo sia importante offrire attraverso la predicazione dell’Evangelo una speranza perfino a chi si trova a motivo dei propri reati negli istituti di pena. Questo perché l’Evangelo trasforma le vite, cambia i cuori:

“chi è in Cristo è una nuova creatura, le cose vecchie passano” (cfr. II Corinzi 5:17)

il Signore è l’unico che da una vita veramente nuova. Il pastore delle nostre comunità fa visita settimanalmente presso due penitenziari, quello di Velletri (RM) e Latina, nella sezione femminile.
A Latina grazie alla conversione di una delle detenute, nel 2011, proprio nell’istituto di pena, è stato anche celebrato un culto di battesimi in acqua. Grazie ai detenuti e alle detenute che vengono agli incontri, talvolta si instaurano dei rapporti anche con i loro familiari. Ad esempio: attraverso una detenuta si è entrati in contatto con la famiglia ed oggi in quella casa due volte a settimana si celebra il culto al Signore mentre altri parenti stanno frequentando la comunità locale. Tutto questo non fa altro che testimoniare di quanto sia efficace la semplice predicazione dell’Evangelo, perfino nei posti più impensabili e più ostili. Ricordiamo ai nostri lettori che Dio ha mandato il Suo Figliuolo nel mondo per fare Grazia ai peccatori, Gesù disse:

“Non sono i sani che hanno bisogno del medico, ma i malati. Io non son venuto a chiamare dei giusti, ma dei peccatori” (Marco 2:17)

A prescindere dal luogo dove un uomo si può trovare e dal degrado sociale e morale, la Bibbia dice che:

“tutti hanno peccato e sono privi della gloria di Dio” (Romani 3:23)

così, tutti hanno bisogno della Sua Grazia nella loro vita.
Crediamo che mentre il detenuto sconta la sua pena con la giustizia umana, se crede in Gesù ed ha fede nel Suo sacrificio, la sua pena eterna viene istantaneamente espiata da Cristo Gesù stesso, rendendolo libero dal peccato e dalla sua condanna, nonché da ogni tipo di schiavitù e vizio. Se conosci persone che sono reclusi negli istituti di pena e vuoi che gli facciamo visita, mettiti in contatto con noi, vedremo di fare una visita nel più breve tempo possibile.
Nelle nostre preghiere, ricordiamoci dei carcerati.